Ogni giorno intorno a noi.
Breve viaggio nel mondo del PVC.
Ogni giorno intorno a noi.
Iniziamo con un esperimento. Nulla di complicato: Le serviranno solo un po’ di tempo e di immaginazione. Si fermi un momento, si guardi attorno. E ora con un colpo di bacchetta magica – pop! – faccia sparire tutti gli oggetti di plastica o che contengono plastica. Forse a svanire per prima è una bottiglietta d’acqua – in PET. Poi se ne va la penna. Seguono oggetti vari: il paralume, il bollitore per l’acqua, fino alla preziosa raccolta di dischi. Quindi è la volta dei dispositivi tecnologici: televisore, PC portatile, telefono e sì, anche lo smartphone non ha scampo. Non mi rimane proprio nulla, penserà. Nulla per davvero: in un istante scompaiono i filati sintetici di cui sono fatti i Suoi vestiti – camicia, pantaloni, anche la costosa biancheria di pizzo. I capelli non stanno più in ordine? È sparito anche l’elastico che li teneva raccolti. E qui terminiamo il nostro piccolo esperimento – prima che Lei cada a terra perché a dissolversi è anche la sedia su cui siede.
Ogni giorno intorno a noi.
Ogni giorno intorno a noi.
Materiale di sintesi. Amore vero.La scintilla è scoccata all’incirca 50 anni fa. Probabilmente è successo la prima volta che abbiamo tenuto tra le mani dei granuli bianchi dall’aspetto apparentemente insignificante, al più tardi quando ci siamo trovati ad ammirare il primo telaio in PVC di nostra produzione - la cui forma era esattamente come ce l’eravamo immaginata. Isolante, stabile e bello da vedere, il PVC protegge, dura e piace: per questo non riusciamo a farne a meno in nessuno dei nostri serramenti – il cuore di Finstral batte sempre per il PVC. Tra i tanti buoni motivi per sceglierlo vi presentiamo i sette principali.

1 Divertente da lavorare.Il PVC è un materiale facile da lavorare. Come tutti i polimeri termoplastici, quando viene riscaldato diventa morbido come il burro e a quel punto è molto facile da piegare, saldare ed estrudere – vale a dire farlo passare attraverso una matrice che lo sagoma. Per estrusione si ottiene anche l’intera gamma dei nostri robusti profili - a cui sono saldate le guarnizioni.
Finstral punta sul PVC …
… perché si lavora facilmente, con grande precisione e ci regala la libertà di progettare nuove forme e nuovi prodotti.

2 Sempre bello da vedere.Liscio o goffrato, sottile o più spesso, lucido o opaco? Qualsiasi siano l’idea, lo schizzo, il progetto di un nuovo prodotto, con il PVC diventano realtà. Facile da sagomare e da colorare, il PVC mantiene forma e colore praticamente per sempre. Un ulteriore punto a suo favore: a differenza di molti altri materiali, al PVC non serve alcun trattamento protettivo della superficie – è bello e duraturo per sua natura.
Finstral punta sul PVC …
… perché permette di realizzare soluzioni estetiche ambiziose e personalizzate.

3 Si rinnova continuamente.Il PVC è un materiale del tutto riciclabile. Lo si può rifondere, oppure, dopo averlo raccolto e separato accuratamente, lo si può riutilizzare direttamente in produzione – come facciamo noi in Finstral. Per garantire il recupero dei nostri prodotti li progettiamo in modo che alla fine della loro lunga vita si possa separare il PVC di cui sono composti. Ecco perché abbiamo deciso di non impiegare schiume sintetiche per riempire le camere dei profili: se lo facessimo, non sarebbe più possibile la raccolta differenziata. Così, grazie agli elementi di recupero inviati al nostro impianto di riciclaggio, riusciamo a realizzare nuovi serramenti.
Finstral punta sul PVC …
… perché può essere riciclato al 100%, in modo facile e pulito.

4 Resiste veramente a tutto.La vita di un serramento non è facile: oltre alle bizzarrie del tempo come pioggia, sole, vento e sbalzi di temperatura, a volte deve fare i conti anche con colpi e spinte - dei posatori che lo installano o dei bambini che giocano a palla. Quale che sia la situazione, il PVC rimane imperturbabile: resiste agli urti, alle intemperie, ha un’elevata stabilità dimensionale ed è persino difficilmente infiammabile.
Finstral punta sul PVC ...
… perché sa incassare tanti colpi senza risentirne.

5 Inalterabile nel tempo.Quando, dopo decenni, altri materiali mostrano ormai evidenti segni di usura, il PVC è ancora in perfetta forma. Qual è il suo segreto? Bhe, a differenza dei materiali inorganici come il metallo, il PVC ha una natura organica: contiene atomi di carbonio che lo rendono resistente agli influssi inorganici. Per questo motivo resiste particolarmente bene alla corrosione e ai raggi ultravioletti.
Finstral punta sul PVC ...
… perché rimane bello a lungo e resiste alle avversità.

6 Ci fa stare bene.Capita che l’opinione comune sul PVC sia influenzata dai pregiudizi sui materiali plastici, soprattutto dal punto di vista della salute. Nulla di più sbagliato! Il PVC rigido, in particolare, ha tutte le carte in regola per garantire che gli spazi abitativi godano di condizioni igieniche ottimali per il nostro benessere. Contrariamente a quanto sostenuto da molti, infatti, non contiene plastificanti aggiunti e non nasconde pericoli per l’uomo: lo dimostra anche il fatto che trova impiego in campo medico per le valvole cardiache e per gli imballaggi destinati agli alimenti.
Finstral punta sul PVC ...
… perché contribuisce a creare ambienti sani e piacevoli.

7 A tenuta quando serve.In Finstral sappiamo che il PVC ha molte ottime qualità, una cosa però gli fa difetto: non è un buon conduttore! Mentre l’acciaio e l’alluminio fanno passare il caldo e il freddo, il PVC li blocca: il serramento è a tenuta. Una caratteristica che si apprezza particolarmente nelle umide giornate di novembre o nelle gelide notti d’inverno stando in casa al caldo, riparati da una finestra perfettamente isolata grazie al nucleo in PVC. Il PVC è facile da saldare, e lo si nota già in fase di lavorazione: consente di realizzare angoli che tengono l’aria e l’acqua. Per Finstral, una ragione in più per inserire un nucleo in PVC nei suoi serramenti.
Finstral punta sul PVC ...
… perché isola alla perfezione.



Ogni giorno intorno a noi.
Ogni giorno intorno a noi.
Materiali di sintesi alla ribalta: una storia di successo.Una cosa è chiara: la storia dei materiali artificiali è stata scritta dall’uomo.
Il fatto che i materiali di sintesi siano realizzati artificialmente, vale a dire che non sono disponibili in natura, è già il nome a rivelarlo. E benché questa definizione valga anche per la cera d’api o per la porcellana, i materiali artificiali – e le plastiche nello specifico – vengono percepiti come finti, non autentici, innaturali. In Finstral la pensiamo in modo un po’ diverso.

Per noi il PVC è un materiale vivo, mutevole, sempre convincente per le sue caratteristiche funzionali ed estetiche. Non c’è nulla di artificiale nel suo successo.
Interessato a proseguire con la lettura?
Scopra di più qui.
Bisogna sempre guardare all'insieme.
Bisogna sempre guardare all'insieme.
Un’intervista con il professor Andreas Hild per parlare del legame tra serramenti ed edificio – e dell’architettura come strumento di narrazione.