Questo sito utilizza cookie per scopi tecnici ed analitici. Potete modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento facendo clic su “Cambia impostazioni”. Cliccando “Accetto” acconsentite all’impiego dei cookie.
 
Cambia impostazioni Accetto
 
La gestione della privacy da parte di Finstral S.p.A.
 
 
 

Dizionario FINSTRAL

Il linguaggio tecnico non è più difficile

 
 
 
 
A B C D F G I K M N R S T U V
 
A

Anta

La parte apribile del serramento, costituita dal telaio mobile e dal vetro – oppure da un pannello. Può chiamarsi anta o battente.
 

Anta accoppiata

La finestra con anta accoppiata è costituita da due ante mobili, una interna e una esterna, agganciate una all’altra. È possibile inserire una veneziana nello spazio intermedio, al riparo dalle intemperie. Le ante si possono sganciare per una pulizia completa. Questa finestra garantisce valori di isolamento termico e acustico molto buoni.
 

Apertura ad anta e ribalta

Ferramenta che permette sia l'apertura ad anta della finestra sia l’apertura inclinata verso l’interno della sua parte alta.
 

Applicazione

Per applicazione si intendono le modalità di fissaggio di una finestra o di una porta alla muratura o al pavimento.
 

Argon

L’utilizzo del gas Argon aumenta le proprietà isolanti del serramento. Si tratta di un gas inerte, inserito nell’intercapedine tra due o più vetri per ridurre la dispersione di calore verso l’esterno dell’abitazione.
 
B

Battente

La parte apribile del serramento, costituita dal telaio mobile e dal vetro – oppure da un pannello. Può chiamarsi anta o battente.
 
C

Cerniere

La cerniera è il meccanismo che unisce il battente al telaio. La sua rotazione consente l’apertura ad anta del serramento.
Nella versione a scomparsa, quando il serramento è chiuso la cerniera viene nascosta da anta e telaio, risultando quindi praticamente invisibile – per un’estetica complessiva più lineare.
 

Controtelaio

Il controtelaio – o falso telaio – è l’elemento di connessione tra muratura e serramento. Si tratta di un telaio in PVC Finstral che viene inserito nel foro finestra sulla muratura grezza. In questo modo gli artigiani in cantiere possono procedere con i propri lavori, e i serramenti vengono montati sul controtelaio a intonaco ultimato. Questo sistema evita di danneggiare e sporcare finestre e porte. Non è più necessario inoltre intonacare il telaio delle finestre, che si possono quindi facilmente sostituire in caso di ristrutturazione.
 
D

dB

Il decibel – o dB – è il valore utilizzato per misurare il livello dell’intensità energetica dei suoni. Ad esso si fa riferimento anche per indicare la proprietà di isolamento acustico di un serramento. Quanto più alto il valore dB che un serramento è in grado di schermare, tanto più alte le sue prestazioni fonoisolanti. Il decibel è un’unità di misura logaritmica: quando si aumenta o si riduce di 10 dB il livello sonoro, si raddoppia – o si dimezza – l’intensità del suono.
Una finestra in grado di schermare un rumore di 42 dB garantisce una prestazione fonoisolante doppia rispetto a una finestra in grado di schermare un rumore di 32 dB.
 

Dispositivo di sollevamento automatico dell’anta

Questo dispositivo, inserito nella parte bassa del battente sul lato della maniglia, facilita la chiusura della finestra: consentendo al battente di appoggiarsi correttamente sul telaio, il meccanismo è in grado di assorbire eventuali cedimenti dell’anta. Per una funzionalità sicura e affidabile nel tempo.
 

Distanziali

Il distanziale vetro – o canalina distanziale – è l’elemento che separa le lastre del vetrocamera, garantendone resistenza meccanica e tenuta ermetica. I distanziali ad elevato isolamento termico migliorano le prestazioni termoisolanti del serramento.
 
F

Fattore solare

Il valore g – o fattore solare – indica la quota di energia solare che penetra attraverso il vetro in un ambiente in rapporto all’energia totale incidente sulla lastra. Più alto è il valore g, maggiore è il calore trasmesso agli ambienti interni. Un vetro caratterizzato da un elevato fattore solare permette di ottenere un buon guadagno energetico, ma per contro non è in grado di proteggere efficacemente dal surriscaldamento nei mesi estivi.
 

Ferramenta

La ferramenta è l’insieme dei pezzi metallici e non metallici che permettono il movimento della finestra: cerniere, serrature, scontri di chiusura, fermi, ecc.
 

Ferramenta ad anta e ribalta

Ferramenta che permette sia l'apertura ad anta della finestra sia l’apertura inclinata verso l’interno della sua parte alta.
 

Ferramenta di sicurezza con due punti di chiusura

La ferramenta Finstral a due punti di chiusura è dotata di due chiusure di sicurezza, posizionate sul lato maniglia nell’angolo superiore ed inferiore dell’anta. Rendono più difficoltoso il sollevamento dell’anta e incrementano la resistenza antieffrazione della finestra.
 

Finestra accoppiata

La finestra con anta accoppiata è costituita da due ante mobili, una interna e una esterna, agganciate una all’altra. È possibile inserire una veneziana nello spazio intermedio, al riparo dalle intemperie. Le ante si possono sganciare per una pulizia completa. Questa finestra garantisce valori di isolamento termico e acustico molto buoni.
 
G

Gocciolatoio

Il gocciolatoio è una parte del profilo inferiore del telaio di una finestra o porta: grazie alla sua particolare conformazione, impedisce l'infiltrazione di acqua spostando le gocce dal bordo del telaio verso l'esterno.
 

Guarnizione mediana

In una finestra dotata di guarnizione mediana questa è collocata su un apposito nasello nella parte centrale del telaio, al riparo dagli agenti atmosferici. Grazie alla sua posizione, la guarnizione garantisce un’elevata tenuta all’aria e all’acqua del serramento.
 
I

ift

L’istituto ift di Rosenheim (D) è uno dei più autorevoli organismi di prova, ricerca e certificazione indipendenti nel settore dei serramenti in Europa. La sua attività di studio è volta a migliorare lo standard qualitativo dei prodotti, la loro idoneità all’uso, e a perfezionare le tecnologie usate nella loro realizzazione. Altri ambiti di attività: definizione di norme tecniche, formazione e aggiornamento, perizie, sviluppo di nuovi metodi di prova e tecniche di misurazione.
 
K

KAB

La sigla KAB contraddistingue tutte le finestre e le porte-finestre Finstral in PVC rivestite con un profilo in alluminio sul lato esterno. I plus del rivestimento in alluminio: ottima resistenza, ampio assortimento di colori, facilità di pulizia e manutenzione.
 

KAB-C

La sigla KAB contraddistingue tutte le finestre e le porte-finestre Finstral in PVC rivestite con un profilo in alluminio sul lato esterno. L’aggiunta C indica che il guscio in alluminio è realizzato con un’estetica classica, dai contorni smussati. I plus del rivestimento in alluminio: ottima resistenza, ampio assortimento di colori, facilità di pulizia e manutenzione.
 

KAB-N

La sigla KAB contraddistingue tutte le finestre e le porte-finestre Finstral in PVC rivestite con un profilo in alluminio sul lato esterno. L’aggiunta N indica che il guscio in alluminio è realizzato con un’estetica squadrata. I plus del rivestimento in alluminio: ottima resistenza, ampio assortimento di colori, facilità di pulizia e manutenzione.
 
M

Marchio di qualità CEKAL

Il marchio CEKAL attesta lo standard qualitativo di un determinato prodotto e ne assicura la conformità a rigorosi criteri prestabiliti. Il marchio CEKAL per i vetri isolanti multistrato è una certificazione che garantisce non solo la qualità del prodotto finito, ma anche quella dei singoli componenti. Viene rilasciato, su richiesta delle singole aziende, da CEKAL Association, un ente certificatore francese indipendente.
 

Montaggio certificato ift

Finstral è la prima azienda di serramenti in Italia ad avere ottenuto la certificazione della posa di finestre, porte-finestre e pareti vetrate rilasciata dall’Istituto ift di Rosenheim (D), il più rinomato organismo di prova in Europa.
La posa in opera certificata garantisce un buon isolamento termico e acustico ed un’elevata tenuta ermetica del serramento. Solo quando installato a regola d’arte un serramento conserva nel tempo tutte le sue prestazioni tecnico-funzionali.
 
N

Nottolini

Il nottolino è un dispositivo di chiusura girevole che garantisce la chiusura ermetica dell’anta portando in compressione le guarnizioni della finestra. La camicia girevole del nottolino ne assicura un facile inserimento nello scontro.
 

Nottolini a fungo

Il nottolino con la testa a fungo è un dispositivo di chiusura girevole in grado di vincolare efficacemente l’anta al telaio. Grazie alla sua particolare conformazione, la testa del nottolino si incastra saldamente nello scontro di chiusura.
 
R

RW

Indice di valutazione del potere fonoisolante di un serramento. Quanto più alto questo valore, tanto più alto l’abbattimento acustico garantito dalla finestra e tanto minore il rumore che penetra negli ambienti interni. Il valore RW viene espresso in dB (decibel).
 
S

Striature

Le striature sono un’irregolarità estetica che risulta più evidente sulle superfici in PVC lisce, e che derivano dal processo di estrusione dei profili. Le superfici goffrate e quelle satinate, in virtù del particolare procedimento produttivo, non presentano striature.
 
T

Telaio

Il telaio fisso – o telaio finestra – è costituito dall’insieme dei montanti e delle traverse ancorati al muro esterno, sul quale sono fissati i battenti della finestra o della porta.
 

Telaio anta

Una finestra è costituita da un telaio fisso e da un telaio battente. Il telaio battente, o telaio mobile o dell’anta, è l’insieme dei montanti e delle traverse che racchiudono il vetro e costituiscono la parte apribile del serramento.
Il telaio battente può essere costituito da una o più ante.
 

Telaio battente

Una finestra è costituita da un telaio fisso e da un telaio battente. Il telaio battente, o telaio mobile o dell’anta, è l’ insieme dei montanti e delle traverse che racchiudono il vetro e costituiscono la parte apribile del serramento.
Il telaio battente può essere costituito da una o più ante.
 

Tenda

La tenda plissettata è un dispositivo schermante che permette di regolare l’ingresso di luce e di proteggere gli ambienti interni dagli sguardi indesiderati. Nelle finestre con anta accoppiata la tenda viene inserita fra le lastre di vetro del serramento. Costituita da tessuto pieghettato, la tenda può essere abbassata o alzata completamente fino a impacchettarla vicino al bordo superiore della finestra.
 
U

Uf

Valore di trasmittanza termica del telaio espresso in W/m²K. Quanto più basso il valore Uf, tanto più elevate le prestazioni termoisolanti del telaio.
Il pedice f indica il telaio, dal termine inglese frame.
 

Ug

Valore di trasmittanza termica del vetro: indica la dispersione di energia espressa in Watt per m² di superficie vetrata, considerata una differenza di temperatura di 1 grado kelvin tra l’ambiente interno e quello esterno. Più questo valore è basso, migliore è il potere termoisolante del vetro e minori sono le perdite attraverso il vetro.
Il pedice g indica il vetro, dal termine inglese glass.

 

UW

Valore di trasmittanza termica dell’intero elemento-finestra espresso in W/m²K: indica il flusso di calore medio che passa, per metro quadro di superficie, attraverso una struttura che delimita due ambienti a temperatura diversa, sottoposti ad una differenza di temperatura di un grado kelvin. Più il valore UW è basso, meno calore si disperde dalla finestra e migliori sono le sue proprietà termoisolanti.
Il pedice W indica la finestra, dal termine inglese window.
 
V

Valore g

Il valore g – o fattore solare – indica la quota di energia solare che penetra attraverso il vetro in un ambiente in rapporto all’energia totale incidente sulla lastra. Più alto è il valore g, maggiore è il calore trasmesso agli ambienti interni. Un vetro caratterizzato da un elevato fattore solare permette di ottenere un buon guadagno energetico, ma per contro non è in grado di proteggere efficacemente dal surriscaldamento nei mesi estivi.
 

Valore LT

Il valore LT, ovvero il valore di trasmissione luminosa, indica la quantità di luce trasmessa dal vetro. Più alto è questo valore, maggiore è la quantità di luce che entra negli ambienti.
 

Veneziana

La veneziana è un dispositivo oscurante posto sul lato interno del serramento oppure – nelle finestre con anta accoppiata – inserito fra le lastre di vetro. È costituita da una serie di lamelle orizzontali inclinabili con cui regolare l’ingresso della luce e la sua diffusione negli ambienti. Con una cordicella si può abbassare o alzare completamente la veneziana fino a impacchettarla vicino al bordo superiore della finestra.
 

Vetro accoppiato di sicurezza

Il vetro accoppiato - o stratificato - di sicurezza è costituito da due lastre, incollate tra di loro mediante una speciale pellicola resistente allo strappo. Anche se il vetro si rompe, la pellicola ne trattiene i frammenti ed evita il rischio di ferimento. I vetri accoppiati di sicurezza Finstral sono denominati Multiprotect.
 

Vetro temprato di sicurezza

Vetro pretensionato che, grazie alla sua grande resistenza, è in grado di sopportare elevate sollecitazioni sia meccaniche che termiche. È un vetro di sicurezza: in caso di rottura, la lastra si frantuma in piccoli frammenti di vetro smussati che riducono notevolmente il rischio di lesioni. I vetri temprati di sicurezza Finstral sono denominati Bodysafe.